full screen background image

Posillipo vista dal mare

di Bruno Brillante


 

Una giornata nelle acque di Posillipo alla scoperta della sua costa ricca di storia e di storie.

A Mergellina, l’antica Mercoglino, sino alla seconda metà del XVI ° sec., Napoli finiva.
La riviera di Chiaja, separata dal mare dai viali e dagli alberi della Villa, terminava dopo la Torretta , là dove oggi ci sono gli chalet e i moli. Chi voleva proseguire in direzione di Pozzuoli doveva servirsi della Crypta Neapolitana, la galleria poco illuminata e polverosa, costruita da Cocceio, per alcuni opera magica di Virgilio.
Posillipo era raggiungibile solo tramite le rampe di Sant’Antonio, un antico percorso realizzato dai Romani per collegare la costa con gli insediamenti rurali della collina, e restaurato nel 1643 dal Vicerè duca di Medina di Las Torres per collegare Mergellina al complesso conventuale di S. Antonio a Posillipo, fondato l’anno prima.
Tra il mare e la collina, a mezza altezza, la Chiesa di S. Maria del Parto, sull’altura dove il Sannazzaro ebbe dimora.
Dirigendo la prua ad occidente si passa al largo di piazza Sermoneta con la bella fontana dedicata al Sebeto, opera di Cosimo Fanzago. Un pò più avanti il Palazzo Donn’Anna, magnifico nella sua incompiutezza, spicca tra i lidi balneari affollati di bagnanti nei mesi caldi. Proseguendo, tra baie e calette, aggrappate al tufo, nascoste nel fitto di splendidi giardini, le tante ville e dimore storiche di Posillipo fanno bella mostra di sè.
Marechiaro, la Gajola, il Pausilypon, la Grotta di Seiano, la Cala di Trentaremi, Coroglio e infine Nisida con lo splendido Porto Paone, costituiscono l’itinerario base delle escursioni che vengono proposte nell’ambito del “progetto mare” dai ragazzi del ” Lido Pola occupato”.
La conoscenza del proprio territorio e la valorizzazione del mare come risorsa primaria e patrimonio comune sono alla base del progetto che vede impegnati ragazzi e abitanti del quartiere in varie iniziative tra le quali, recentemente, la pulizia di ” Cala Badessa” , la spiaggia compresa tra le estreme propaggini della costa posillipina, Nisida e Coroglio.
Chi fosse interessato, può telefonare al 348.2767376 per informazioni.




css.php