full screen background image

Nel cortile degli Incurabili, tra Arte e Scienza

di Bruno Brillante


Foto Incurabili 1Serata ricca di suggestioni  all’Ospedale degli Incurabili in Napoli.
Prima della presentazione del libro “L’omeopatia nelle malattie acute” (edizioni Edra), di Luigi Turinese, medico omeopata e psicoterapeuta, organizzata da Cemon Presidio Omeopatia Italiana lunedì 15 giugno, i convenuti hanno avuto la possibilità di partecipare alla visita guidata degli ambienti  dell’antico complesso dell’Ospedale di Santa Maria del Popolo, detto degli Incurabili. Il Professor Gennaro Rispoli, direttore del Museo e presidente dell’associazione ” Il Faro d’Ippocrate”, ha accolto i visitatori e li ha guidati in un percorso alla scoperta di luoghi straordinari e ricchi di fascino.
Il Giardino dei Semplici, il Chiostro di Santa Maria delle Grazie, il Museo delle Arti Sanitarie con la sezione dedicata al Medico Giuseppe Moscati, proclamato santo dal Papa Giovanni Paolo II nel 1987, e la spendida Farmacia storica degli Incurabili, meravigliosa sintesi di Arte e Scienza, sono state le tappe della visita.
Grazie all’impegno e al lavoro  volontario del professor Rispoli e di alcuni collaboratori, la Farmacia è tornata a splendere e il Museo si arricchisce di mese in mese di nuovi spazi e di reperti rari.
Locali abbandonati sono stati ristrutturati e destinati ad accogliere stanze del Museo, antichi quadri sono stati restaurati, e anche il Giardino ed il Chiostro, da anni lasciati all’incuria e al degrado sono oggetto di cure e di studi finalizzati al tentativo di restituirli, per quanto possibile, al  loro aspetto originario.

Alla presentazione, insieme all’autore, dr. Luigi Turinese, il Professor  Gennaro Rispoli  – primario chirurgo dell’Ospedale Ascalesi nonchè inappuntabile padrone di casa-, il dr. Lucio M. Falconio-farmacista e presidente Agifar Napoli-, il dr Pierluigi Gargiulo- professore a contratto Università Roma Torvergata, Nutrizionista Omeopata -, la dr.ssa Virginia Paribello- Farmacista esperta in Omeopatia, Luimo, Napoli.
Per Cemon, che ha  offerto un aperitivo di benvenuto ai partecipanti,  il dr. Giuseppe Spinelli.
La presentazione del libro, proposto dall’Autore come manuale sintetico e utile strumento di consultazione  per Medici e Farmacisti, ha dato lo spunto ai diversi relatori, di svolgere interventi ricchi di informazioni e di stimoli .
L’evento è stato particolarmente significativo in quanto, per la prima volta , il Museo delle Arti Sanitarie e con esso l’Associazione  ” Il Faro di Ippocrate”,  ha ospitato una manifestazione legata alla Medicina Omeopatica.
Non si è trattato solo di un caso poichè, entro tempi brevi, la già prestigiosa Sede museale ospitata nei locali del complesso ospedaliero degli Incurabili, si arricchirà di uno spazio dedicato all’Omeopatia, e in particolare alla Storia dell’Omeopatia  che a Napoli vanta primati e testimonianze di tutto rispetto.” Napoli Capitale dell’Omeopatia”, questa la frase cara al prof. Rispoli, che definirà l’ingresso dell’Omeopatia nel Museo delle Arti Sanitarie di Napoli..
Ma le sorprese e le novità non finiscono qui.
Su invito dell’Associazione “Il faro d’Ippocrate” hanno partecipato alla visita e alla presentazione del libro, la dr.ssa Natalia Sanna, presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari di Napoli, il dr. Massimo Mollo, Consigliere dell’Ordine, il sottoscritto e la dr.ssa Fabiana Margarita, entrambi veterinari omeopati.
L’incontro tra la dr.ssa Sanna, presidente dell’Ordine dei Veterinari di Napoli e il prof. Rispoli , direttore del Museo delle Arti sanitarie, ha creato i presupposti per una prossima, auspicabile collaborazione tra le due istituzioni, fonte di arricchimento reciproco e  foriera di percorsi comuni.




css.php