full screen background image

Non solo gabelle

di Mario Cacciapuoti*


E anche questa scadenza è trascorsa!

Sono ben a conoscenza del fatto che molti di noi non hanno gradito il pagamento di importi che, in epoca di crisi, sono apparsi troppo onerosi e, qualcuno dei nostri colleghi, ha minacciato addirittura di cancellarsi.

Molti altri, invece, hanno manifestato la loro approvazione per l’esistenza della cassa di previdenza e, ritengo di sottolineare “assistenza” dei Veterinari.

Da delegato dell’Ordine dei Medici Veterinari di Napoli, sin dal 1991, mi appresto a rappresentarvi il prossimo 26 giugno all’assemblea per la 50esima volta, continuando a vigilare, a proporre miglioramenti e soprattutto ad evitare che si perpetri lo “scippo” da parte dello Stato Italiano con l’assorbimento della nostra cassa da parte dell’ I.N.P.S.

Dicevo poc’anzi che è scaduta da alcuni giorni la prima rata 2015 dei contributi minimi e per la maggior parte di noi, data la contrazione dei guadagni, è stata davvero onerosa, ma per altri che hanno avuto “incidenti di percorso” riguardo al proprio stato di salute, l’assistenza diretta della cassa sottoforma di contributo una tantum e/o erogazioni periodiche e rimborsi delle spese mediche da parte dell’ assicurazione UNISALUTE, ha rappresentato una vera provvidenza.

Mi preme ribadire, proprio per coloro che considerano la cassa un balzello al pari delle innumerevoli imposte e tasse che noi professionisti siamo costretti a pagare, che la nostra cassa assolve anche alla funzione di assistenza per chi ha contratto malattie gravi, si trova in trattamenti chemioterapici, ha riportato lesioni gravi a seguito di incidenti, non è più in grado di svolgere il proprio lavoro, e tanti altri casi ancora che di volta in volta vengono sottoposti all’attenzione di una commissione ad hoc.

La nostra cassa si fonda su di un sistema solidaristico che cerca di proteggere le parti più deboli della categoria offrendo una serie di servizi quali l’assicurazione sanitaria di base, o il contributo straordinario, e, anche quello di maternità e allo studio ci sono diversi altri progetti.

L’appartenenza alla cassa ci fa, inoltre, accedere a mutui (ipotecari e non), o prestiti e mutui tramite banche convenzionate a tassi agevolati e ancora ad altri servizi e convenzioni (vedi ENPAV card e altri).

Sono ben consapevole che l’avervi semplicemente informati delle diverse funzioni della cassa, non allevierà il peso economico delle future rate, ma almeno, ora saprete che un nostro collega, grazie alla solidarietà di tutti gli iscritti, ci starà ringraziando perché avrà la possibilità di far fronte a situazioni di disagio fisico ed economico.

Mi riservo, al prossimo articolo, di darvi un breve resoconto delle attività dell’assemblea.

 

* Delegato ENPAV




css.php