full screen background image

Civiltà perduta

the-lost-city-of-ZIl film Civiltà Perduta, tratto dal bestseller Z la città perduta (The Lost City of Z) di David Grann, racconta l’incredibile storia, basata su fatti realmente accaduti, di un esploratore Percy Fawcett (Charlie Hunnam) che negli anni 20 scomparve nel cuore delle giungle amazzoniche. Siamo nel 1925, il leggendario esploratore britannico Percy Fawcett si avventura in Amazzonia, alla ricerca di un’antica civiltà, lo splendente regno di El Dorado, con lo scopo di fare una delle scoperte più importanti della storia. Dopo aver catturato l’attenzione di milioni di persone in tutto il mondo, Fawcett s’imbarca insieme al figlio, determinato a provare che quest’antica civiltà, da lui rinominata Z, esiste. Ma la spedizione scompare poi nel nulla. Il film è anche la storia di un sogno che si trasforma in ossessione, quella di un uomo che affronta avversità inimmaginabili, lo scetticismo della comunità scientifica, spaventosi tradimenti e anni di lontananza dalla propria famiglia. Un’ossessione alimentata dalla passione, che cambierà per sempre la vita di questo coraggioso esploratore spintosi forse troppo oltre i limiti del consentito e del conosciuto.

LCOZ_1473.CR2

Civiltà perduta è un pamphlet biografico dall’impostazione classica. Un film diviso tra vecchio e nuovo mondo, tra l’Inghilterra rigida e formalista e l’Amazzonia selvaggia, vitale e pericolosa. Dualismo perfettamente incarnato dall’interprete di Percy Fawcett, un Charlie Hunnam a tutto tondo capace di smettere i panni del militare eroico e discliplinato per vestire quelli dell’esploratore divorato dalla sete di avventura. Civiltà perduta si svolge a cavallo tra due mondi opposti, antitetici sotto ogni punto di vista. Per restituirne i contrasti, James Gray compie un lavoro imponente sul piano visivo ricreando la vecchia Inghilterra in cui dominano interni dai toni scuri, grigi e marroni, per poi tuffarsi nella lussureggiante giungla amazzonica. La costruzione di questi due mondi, in cui le lunghe digressioni esotiche e selvagge sul fiume o nella foresta, gli scontri con gli indigeni e la lotta per la sopravvivenza hanno la meglio sulla parte inglese, per una corretta fruizione richiede un’immersione totale nella visione che solo il grande schermo, necessario per questo film, può fornire.

screen-shot-2017-04-19-at-9-08-39-am_png_363x200_crop_q85Più che dalla biografia tout court, James Gray sembra affascinato dalla dimensione selvaggia, dall’attrazione verso il lato oscuro del suo eroe pronto ad abbandonare per anni la famiglia lasciando la moglie (una volitiva Sienna Miller) da sola a crescere i figli mentre lui, in preda al senso del dovere nei confronti del lavoro, ma anche di un profondo ego, compie le sue esplorazioni per portare alla luce le tracce di un’antica civiltà perduta. Nei confronti domestici con Charlie Hunnam, Sienna Miller conferma il proprio talento tratteggiando il ritratto di una donna forte e indipendente, figura ante litteram in un ambiente rigidamente maschilista, e sfruttando al meglio il poco spazio dedicatole dal regista. L’interesse di James Gray si concentra, però, altrove, la parte europea fa da cornice a un film che, nella volontà del sua autore, vuole diventare il suo piccolo Fitzcarraldo o Apocalypse Now. Attratto dalla dimensione avventurosa, Gray si lascia andare a spettacolari sequenze in cui l’uomo si trova a dover affrontare la forza della natura, le malattie o le minacce che provengono dal cuore della foresta. Inebriato dagli umori, dall’adrenalina e dall’abbandono delle inibizioni della civiltà, il regista sembra poco interessato a uno sviluppo narrativo uniforme e insiste sui pochi concetti che gli stanno a cuore.

141 minuti che passano in un baleno, catturati dalla grande determinazione di Fawcett, dalle profonde espressioni della moglie, dall’accattivante fotografia della pellicola, dall’immutabile fascino delle scoperte, dalle innumerevoli sorprese. In poche parole, un film da vedere.

  • DATA USCITA: 22 giugno 2017
  • GENERE: Avventura, Drammatico, Biografico
  • ANNO: 2016
  • REGIA: James Gray
  • ATTORI: Charlie Hunnam, Robert Pattinson, Sienna Miller, Tom Holland, Angus Macfadyen, Daniel Huttlestone, Aleksandar Jovanovic, Edward Ashley
  • SCENEGGIATURA: James Gray
  • FOTOGRAFIA: Darius Khondji
  • MONTAGGIO: John Axelrad, Lee Haugen
  • MUSICHE: Christopher Spelman
  • PRODUZIONE: MICA Entertainment, MadRiver Pictures, Paramount Pictures, Plan B Entertainment
  • DISTRIBUZIONE: Eagle Pictures
  • PAESE: USA
  • DURATA: 141 Min
  • 53219

Clicca qui per il trailer

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php