full screen background image

Binario Morto

Il bivio era stato avvistato, l’urto è stato violento. Improvviso. Non c’è stato il tempo neanche per prepararsi all’impatto, così forte, traumatico, sicuramente scioccante. Finisce così un viaggio durato due anni. Abbiamo toccato tante realtà, forse, o sicuramente, ne avremmo potuto raggiungere molte di più. Perché la nostra professione è proprio così, ricca di opportunità, piena di alternative, incastrata in maniera virtuosa nei meccanismi più o meno sofisticati della vita.

Dalla terra, laddove nascono i foraggi e le erbe medicinali, allo spazio, dove è stata lanciata la piccola Laika, primo essere vivente ad esplorare nuovi orizzonti, passando per la genetica e la zootecnia, per gli alimenti di origine animale e i sottoprodotti, per arrivare all’universo degli animali da compagnia e alla pet therapy, alla chirurgia “soft” e all’omeopatia. La Veterinaria è davvero infinita, una gran bella professione.

La comunicazione è un’altra cosa. Anche l’informazione necessita di applicazione, impegno, costanza e immediatezza.

Soprattutto nell’epoca attuale, perché basta un clic per affacciarsi sul mondo e leggere le news.

Un giornale ha bisogno di articoli, di notizie, di curiosità, di fotografie, perché no, di “scoop” e non ammette ritardi. Oggi più di ieri. Un “buco” non è consentito.

Ci abbiamo provato ed è già tanto. Il giornale “on line” è stata una scommessa, in parte vinta.

Al tirar delle somme, però, un Direttore, attento e di coscienza, non può far a meno di analizzare i numeri con occhi distaccati, lontani dal cuore.

Troppe le rubriche lasciate per strada, troppi i colleghi che hanno abbandonato la penna o la tastiera del PC, pochi o pochissimi gli assidui collaboratori che puntuali hanno fino all’ultimo onorato l’impegno sottoscritto nel giugno del 2015.

E’ stata una esperienza, una bella esperienza. Il ringraziamento va alla Presidente Natalia Sanna, che ha creduto ciecamente nel progetto, a tutti coloro che hanno contribuito a vivacizzare e rendere attuale “NewsVetNapoli”, una menzione particolare merita la D&S Associati, che ci ha sempre affiancato e sostenuto (dal punto di vista grafico e di gestione del sito) e, ovviamente, ai nostri numerosi lettori.

La corsa finisce qui. Al bivio si è scelta la strada, cozzando sul binario morto. Cari colleghi, io scendo qui. Buona fortuna.

 

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php