full screen background image

Antonio Tocchio, EMERVET sta nascendo

di Maura Montesano


24 agosto 2016. Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 6, devasta numerosi comuni situati lungo la Valle del Tronto, soprattutto Amatrice ed Accumoli.

Una ferita del territorio e dell’anima che non si cancellerà mai.

Iniziarono gare di solidarietà, anche tra i Medici Veterinari. Oltre a raccogliere fondi, molti di noi partirono verso le zone terremotate per apportare il loro aiuto. Numerose erano, infatti, le emergenze da affrontare: animali feriti da censire e curare, persone da ritrovare sotto le macerie con i cani da ricerca, bestiame da mettere in sicurezza.

Molti altri però, me compresa, non potettero partecipare alle operazioni in quanto non facenti parte di associazioni autorizzate a lavorare in tali circostanze, come ad esempio la Protezione Civile.

Un giorno, però, mi arrivò un messaggio che annunciava la nascita di Emervet, Associazione Nazionale di Volontariato, finalizzata all’intervento di Medici Veterinari nelle Emergenze non Epidemiche, e pensai: “Finalmente tutti  potremo aiutare!!!”.

Per saperne di più, ho rivolto qualche domanda al Dott. Antonio Tocchio, Vice Presidente EMERVET.

Dottor Tocchio, com’è nata l’idea e chi sono i “Padri Fondatori” del progetto?

L’idea è nata per dare una risposta in tempi rapidi ad un elemento di criticità emerso nel corso dell’emergenza Sisma Centro Italia del 2016: creare una rete per mettere a disposizione, in tutto il territorio nazionale, le esperienze e competenze professionali di Medici Veterinari in sussidio di colleghi che vengono attivati dal livello istituzionale nei centri operativi, ovvero quelli facenti parte della componente veterinaria F2 del Metodo Augustus (strumento di riferimento per la pianificazione nel campo delle emergenze, utilizzato dal Dipartimento di Protezione Civile della Repubblica Italiana, all’interno del quale F2 corrisponde al settore Sanità, assistenza sociale e veterinaria. NdR).

I Padri Fondatori sono il S.I.Ve.M.P., Sindacato italiano Veterinari Medicina Pubblica, e la SI.Me.Ve.P., Società Italiana di Medicina Veterinaria Preventiva, oltre a veterinari che operano già nel campo della Sanità Pubblica e del Volontariato della Protezione Civile, in organizzazioni Nazionali o locali.

Quali sono gli Enti o le associazioni che collaborano per finalizzare questo progetto?

L’Associazione prevede la collaborazione a 360^ con tutti gli Enti e le componenti coinvolte nel Sistema Nazionale di Protezione Civile, che vanno dal Dipartimento Nazionale ai centri operativi locali, quali Regioni, Province e Aziende Sanitarie, nonché ad Associazioni che operano direttamente e indirettamente nell’ambito della gestione delle emergenze non epidemiche e che hanno interessi nel settore zootecnico e degli animali d’affezione.

Qual è l’iter per l’attivazione del gruppo in caso di emergenze?

Emervet potrà essere attivata dalle Autorità di Protezione Civile, secondo le modalità previste dal DPR 194/01.

Chi ha il compito di coordinare i vari gruppi sul territorio?

L’Organizzazione di Emervet ha una struttura flessibile, con diversi Coordinatori di Sezioni Operative, operanti in relazione alle attività da espletare. Di volta in volta, si valuterà la necessità di individuare figure legate ad una territorialità stretta, coincidente con la regione interessata dalla calamità naturale o antropica o raggruppamenti omogenei di regioni.

Ho letto sulla scheda di iscrizione che va indicato l’ambito di specializzazione. Chi può partecipare?

L’iscrizione è rivolta a chiunque abbia intenzione di impegnarsi nell’ambito delle finalità previste dal nostro statuto. Il richiamo alle specialità è utile per individuare competenze specifiche acquisite non solo nel campo professionale ma anche in quello della Protezione Civile (ad esempio quello di Caposquadra, esperto di Georeferenziazione, ecc), per potere ottimizzare l’utilizzo dei volontari e allocare in modo appropriato le risorse richieste.

Cosa comporta la partecipazione?

L’iscrizione comporta la condivisione degli scopi statutari e la partecipazione alle attività promosse da Emervet. Per aderire si verserà annualmente una quota di euro 10, grazie alla quale si verrà riconosciuti come “soci”.

Emervet è già attivo?

Al termine dell’iter previsto per l’iscrizione all’Elenco Centrale delle Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile tenuto dal Dipartimento Nazionale, Emervet inizierà ad operare con il programma di formazione dei propri volontari, con corsi organizzati e validati dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile.

Ringraziando il Vicepresidente Emervet, ricordo che la presentazione ufficiale di questo bellissimo progetto avrà luogo il il 23 giugno 2017 a Montefortino (FM), con un incontro dal titolo “La Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare negli eventi sismici: esperienze a confronto”.

Abbiamo la possibilità di aiutare…NON MANCATE!

__________________________________________________________________________________________

Statuto e scheda iscrizione Emervet http://www.veterinariapreventiva.it/notizia/archivio/Nasce+EMERVET_2995.html

Brochure e scheda iscrizione presentazione 23 giugno 2017

http://www.veterinariapreventiva.it/notizia/archivio/La+Sanit%26agrave%3B+Pubblica+Veterinaria+e+Sicurezza+Alimentare+negli+eventi+sismici%3A+esperienze+a+confronto_3009.html

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php