full screen background image

Amami amami

mina-e-celentano-il-nuovo-album-uscira-l11-novembre-459x258Mina e Celentano di nuovo insieme appassionatamente. Succede adesso a 18 anni di distanza dal fortunatissimo album «Mina-Celentano» che vendette 1 milione e 800 mila copie grazie anche alla stupenda copertina che li ritraeva con la faccia di Paperino e Paperina. Da oggi nelle radio e in rete il brano di lancio dell’album «Le migliori» che uscirà l’11 novembre. All’evento sarà dedicata anche una serata speciale su Rai 1: si era parlato del 5 dicembre, ma potrebbe slittare.

Il singolo si intitola «Amami amami», cantato a due voci dalla coppia più amata e popolare della musica italiana. È il racconto affascinante e mai banale di un amore travolgente, irrazionale e anche abbastanza sofferto associato a una melodia orecchiabile e ballabile. Parole e musica sono di un geniale artista israeliano in Italia non molto noto, Idan Raichel, che per le parole si è avvalso dell’aiuto del nostro Riccardo Sinigallia. Il testo racconta di un amore che, come tutti quelli veri, è «inevitabilmente… senza ragione né pietà». Mano a mano che il brano va avanti la scena sonora viene progressivamente occupata dalla fisarmonica suonata dallo stesso Idan Raichel, con uno stile trascinante e molto personale. Le melodie suggestive dello strumento si mescolano gradualmente con suoni popolari latini, un po’ tango e un po’ lambada. A un certo punto, durante un momento solo musicale, viene citata a lungo la melodia di una canzone del glorioso passato di Celentano, cioè «Storia d’amore». Sarebbe interessante conoscere le ragioni di questa scelta. La scelta dell’autore israeliano è avvenuta dopo centinaia di ascolti. Mina e Celentano si sono incontrati più volte, anche se il canto finale è stato fatto a distanza, ciascuno nel suo studio. Pare che Celentano sia diventato un mago delle nuove tecnologie e domina apparecchiature sofisticate e monta personalmente audio e video. Celentano orologiaio digitale. La vocazione sudamericaneggiante della musica di «Amami amami» è ribadita anche dal video firmato da Gaetano Morbioli. Che non mostra i due artisti, ma è girato fra le palme del lungomare di Venice (Los Angeles), dove abbondano virtuosi dello skate board dalle caratteristiche somatiche tipicamente «latinos» e molti murales con parole tratte dal brano. Ma c’è anche varia umanità come cinesi, ragazzi di colore, a sottolineare l’universalità della musica e dell’amore. In attesa dell’album che dovrebbe offrire altre sorprese, non resta che godersi gratis questo brano moderno, intenso e orecchiabile grazie anche agli arrangiamenti di Massimiliano Pani (figlio di Mina).

(tratto dal Corriere della Sera – di Mario Luzzatto Fegiz)

Amami amami




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

css.php